Mercadante 1870-2020. Concerto on line del Conservatorio San Pietro a Majella: 21 giugno 2020.

1039

Il 21 giugno 2020 alle ore 18,00, nel giorno del solstizio d’estate che segna la ‘Festa della Musica’, il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli presenterà le manifestazioni mercadantiane nell’ambito del 150° anniversario della morte di Saverio Mercadante. L’evento inaugurale delle celebrazioni si svolgerà on-line sul canale YouTube e la
pagina Facebook dell’Istituto nonché del Comune di Altamura partner del San Pietro a Majella in questa occasione.

Il concerto si svolgerà nella Sala Scarlatti e si aprirà con l’esibizione del pianista Franco Pareti che per tale occasione suonerà il prezioso e bellissimo strumento “a coda” di Mercadante da poco restaurato.

Saranno eseguiti tre brani dell’autore che fu allievo e direttore del conservatorio, si tratta delle trascrizioni della cavatina «Bella, adorata, incognita» di Viscardo ne Il giuramento, della sinfonia dall’opera I due Figaro e della Tarantella tratta dalla cantata La danza augurale eseguita in occasione delle nozze tra Francesco II e Maria Sofia di Baviera
nel 1859. Il quartetto composto da Ciro Liccardi (flauto), Mario Dell’Angelo (violino), Andrea Maini (viola) e Raffaele Sorrentino (violoncello) eseguiranno il delizioso Quartetto in la minore.

A illustrare le iniziative e il progetto, fortemente sostenuto dal direttore Carmine Santaniello, saranno gli storici della musica Antonio Caroccia e Paologiovanni Maione coordinatori e promotori dell’iniziativa che si avvale di un comitato internazionale rappresentato da prestigiose istituzioni come Comune di Napoli, Comune di Altamura,
Teatro alla Scala di Milano, Teatro di San Carlo di Napoli, Teatro Stabile della Città di Napoli, Teatro Nazionale, Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, Università degli Studi di Bari, Università degli Studi di Teramo,Università degli Studi di Milano, Georgetown University di Washington, Universität Wien, Universitat Autònoma
de Barcelona, Universidad Autònoma de Madrid, Universitade Nova de Lisboa, Istituto Italiano di Cultura di Vienna e la Fondazione Istituto Italiano per la Storia della musica. Accanto a un ciclo di concerti dedicati all’artista che si terranno nel prossimo autunno, ci sarà un convegno internazionale che si snoda in tre appuntamenti nel mese di ottobre, il primo si terrà a Napoli dall’1 al 3, l’altro a Vienna dal 20 al 21. Il Teatro alla
Scala di Milano accoglierà invece l’ultimo incontro convegnistico in data da fissare, anche il tempio della lirica italiana non ha voluto che passasse sotto silenzio un anniversario tanto importante. L’itinerante simposio riunirà illustri esperti che si confronteranno sul portato artistico di Saverio Mercadante nel suo tempo cercando di rifondare gli studi su questo grande compositore dal profilo internazionale sulla scena musicale dell’Ottocento.
Il conservatorio napoletano intende ricordare il proprio direttore con una serie di manifestazioni tese a far conoscere il magistero di Mercadante ad un’ampia platea promuovendo una serie di attività destinate a far conoscere a una vasta platea l’artista e il suo rapporto con le istituzioni cittadine. Un ciclo di concerti strumentali e vocali evidenzierà̀ l’articolato catalogo mercadantiano e soprattutto porrà come protagonista assoluta la biblioteca del conservatorio napoletano custode di un invidiabile fondo di materiali del musicista, molti dei quali autografi.
Hanno aderito al Comitato internazionale studiosi quali Alberto Bentoglio (Università degli Studi di Milano), Paola Besutti (Università degli Studi di Teramo), Tommasina Boccia (Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli), Daniel Brandenburg (Universität Salzburg), Rosa Cafiero (Università Cattolica di Milano), Michele Calella (Universität Wien), Antonio Caroccia (Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma), Luisa Cymbron
(Universitade Nova de Lisboa), Marta Columbro (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli), Cesare Corsi (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli), Francesc Cortés (Universitat Autònoma de Barcelona), Francesco Cotticelli (Università degli Studi di Napoli Federico II), Anthony DelDonna (Georgetown University), Fabrizio Della Seta (Università degli Studi di Pavia), Paolo Fabbri (Università degli Studi di Ferrara), Gerardo Guccini (Università degli Studi di Bologna), German Labrador (UniversidadAutònoma de Madrid), JürgenMaehder (Università della Svizzera Italiana), Paologiovanni Maione (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli), Lorenzo Mattei (Università degli Studi di Bari), Adela Presas (Universidad Autònoma de Madrid), Alessandro Roccatagliati (Università degli Studi di Ferrara), Emilio Sala (Università degli
Studi di Milano), Francesca Seller (Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno), Lucio Tufano (Università degli Studi di Palermo), Michael Wittmann (Università di Berlino), Agostino Ziino (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”).